Ingessatura 3D a ragnatela per arti fratturati

Quando, per svariati motivi, ci si rompe una gamba o un braccio, ci ritroviamo con l’arto completamente ingessato. Questa operazione è essenziale per permettere la ricomposizione dell’arto fratturato, ma è altrettanto fastidiosa. Essendo ingombrante, bisogna mettersi una maglietta senza maniche o un paio di pantaloni abbastanza largo, ed è difficile fare bene la doccia senza bagnare il gesso. Poi dobbiamo usare un ferro da maglia per eliminare il prurito, e tanto altro. Per eliminare tutti questi fastidi, bisognerebbe usare questa particolare ingessatura in 3D.
cortex-cast-3-740x522
In pratica si inizia con la scansione in 3D dell’arto lesionato, dopodichè il gesso viene stampato specificamente per il tipo di frattura presente. La struttura è in poliammide e viene preparata a forma di ragnatela, in maniera da poter lavare e grattare l’arto ed è anche poco ingombrante. L’unico problema è che per fare il calco completo ci vogliono ben 3 ore, ma essendo un concept è possibile che i tempi possano essere ben limati. Questo progetto è stato costruito da Jake Evill presso la Victoria University di Wellington.

Via ohgizmo

Che ne pensi? Dacci la tua opinione!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *