GGRP Sound il giradischi di cartone

Se avete ancora dei dischi in vinile a 33 e 45 giri, tirateli fuori dalla polvere e usateli. Non serve che compriate un costoso giradischi, meglio questo gadget, il GGRP Sound è un giradischi in cartone. Oltre al fatto che è ecologico al 100%, per far funzionare questo gadget, basta piegare la manica di cartone, appoggiare il disco, in prossimità della puntina e infine girare il disco manualmente, magari con l’aiuto di una matita.
Altro che i giradischi ingombranti, questo gadget occupa poco spazio, permette di rispamiare energia e al contempo stesso ascoltiamo della buona musica anni 60/70, meglio ancora quella dei Beatles.

Via adsoftheworld

Che ne pensi? Dacci la tua opinione!

Loading Facebook Comments ...

11 thoughts on “GGRP Sound il giradischi di cartone”

  1. Hahahaha!!! Che cretinata!!! Ma chi se l'è inventata??? E così giri tu i dischi con la matita?? Prima assurdità! Come fai a farli girare esattamente a 33 o a 45 giri?? E poi, senza l'amplificatore cosa senti?? Nulla!!!

  2. Raniero sta cretinata t'ha così colpito che lasci sto commento su ogni sito in cui si pubblicizza sto giradischi di carta! stai proprio in fissa eh? se non ti piace non te lo compra'!
    Sì è una stupidaggine, sì funziona male, ma è una cosa che deve essere simpatica, non hi-fi!

    1. Comunque, mi dicono che non è un gadget, dal momento che funziona solo con quel disco e basta. Questo articolo in italiano è totalmente sbagliato. Io credevo che doveva essere utilizzato per ascoltare pure altri dischi e questo mi sembrava assurdo. Quella puntina li avrebbe solo rovinati, quindo non sarebbe stata una cosa simpatica, ma distruttiva. Poi mi dava fastidio quello che dicevano nell'articolo, cioè che potevi sostituire un giradischi con questa cosa! Assurdo!! Ma visto che, coloro che hanno scritto l'articolo, non hanno capito nulla sull'utilizzo di questo coso, quello che ho detto prima, non ha più valore. Se funziona solo con quel disco, allora sì, è simpatica la cosa.

  3. Brava @chiara! i gadget non devono essere per forza utili e funzionali. Il concetto di gadget è che deve essere bello e simpatico, poi il tutto dipende dai propri gusti.

    1. Non è un gadget, cavolo!! Non lo puoi usare con altri dischi! Ecco quello che mi hanno detto: "It is not a gadget. Can't you get it through your thick skull? It was made to play the single only vinyl it comes with. It would require you to drill a hole into your 7" records to be able to play them with this. This is not a gadget. This is not made for consumers. This is creative advertising. Advertising. Not a gadget. It's purpose is to promote in an amusing, friendly manner." Cercate di informarvi bene, prima di scrivere un articolo.

      1. @Raniero, devi leggere il comunicato stampa "A record player created from a piece of corrugated cardboard that folds into an envelope. once assembled a record can be spun on the player with a pencil. the vibrations go through the needle and are amplifed in the cardboard material. the players were sent out to creative directors across north america as a creative demonstration of GGRP's sound engineering capabilities" ciao

        1. Beh, questo che mi hai mandato, non fa che confermare quello che avevo detto prima, ovvero che non si tratta di un gadget, ma di un apparecchio dimostrativo per far vedere come viene riprodotto il suono, eccetera… Conferma, dunque, che, coloro che hanno scritto questo articolo, non hanno capito a cosa servisse quel coso.

  4. come buttare via un vinile…immagino come si possa applicare una forza di 2 grammi per fare in modo che la testina non rovini i solchi…e se una testina base costa dai 40 ai 100 euro, questa trovata quanto costa???

  5. E non è una novità! Nel 1960 veniva venduto nei negozi di giocattoli col nome di grammofono magico, prodotto dalla harbert italia. Il disco fornito aveva un foro presso l'etichetta ove si infilava una penna in plastica. Il disco, in vinile, era inciso a 45 giri al minuto. Due versioni: o con una fiaba western ( i banditi della rupe nera ) o con un disco per imparare a sillabare. Costava attorno alle 2500 Lire, che non erano poche, ci si faceva la spesa del giorno per una famiglia.
    Avendo passato i 60 , lo ricordo bene. Ho avuto la versione con la fiaba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *